venerdì 18 gennaio 2013

Recensione: VELENO D'INCHIOSTRO

Recensione del libro "Veleno d'inchiostro" di Cornelia Funke.

Titolo: Veleno d'inchiostro
Autrice: Cornelia Funke
Serie: Trilogia del Mondo d'inchiostro, vol. 2
Traduzione: Roberta Magnaghi
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: prima edizione 28 Agosto 2006, edizione economica 9 Giugno 2008
Pagine: 591
Prezzo: 10,50 euro (edizione economica)

Sinossi: Il padre di Meggie possiede un meraviglioso talento: leggendo a voce alta può portare in vita i personaggi di un libro. Ma esiste anche un'altra possibilità: quella di far finire nel mondo del libro chi appartiene alla vita reale. Chiunque sia ad aprire queste porte tra le lettere compie un atto rischioso, perché le parole scritte "su misura" possono essere anche sbagliate, e tornare indietro può diventare molto difficile... Meggie sta per scoprirlo, perché ha usato lo steso dono del padre per aiutare l'amico Farid a ritrovare il suo maestro Dita di Polvere, tuffandosi insieme a lui nel mondo d'inchiostro e rimanendovi intrappolata. Amici, nemici e amori da perdere e ritrovare, fughe, incendi, scambi di persona e duelli: ecco cosa aspetta Meggie e i suoi genitori "dall'altra parte". Un libro di penna e spada, carta e fuoco, sangue e inchiostro: difficile non finirci dentro!

La mia opinione: Questo secondo volume della trilogia "cuore d'inchiostro" non solo conferma le mie impressioni positive sulla fantasiosissima storia scaturita dalla penna dell'autrice, ma, contrariamente a quello che mi sarei aspettata, mi è piaciuto ancora più del primo.
Già il primo libro mi era piaciuto, ma nonostante le 4 meritate stelline assegnategli, l'ambientazione era troppo poco fantasy e ne ero rimasta un pochino delusa. In "Veleno d'inchiostro" invece lo scenario cambia completamente e la storia questa volta non è più ambientata nel nostro mondo, ma nel mondo d'inchiostro. Che dire... è stata una lettura appassionante ed avvincente dall'inizio alla fine! Classificarlo come narrativa per ragazzi di età consigliata tra i 10 e i 13 anni (come vi è scritto ovunque sulle schede in internet) è a mio avviso molto MOLTO riduttivo. Perché in "Veleno d'inchiostro" non solo vi è una trama ben sviluppata, con dei personaggi realistici e di spessore, ma i risvolti della storia sono imprevedibili e tutt'altro che banali e questo lo differenzia palesemente rispetto alla maggior parte dei romanzi per ragazzi dove di solito vi è una certa ingenuità dei contenuti e dei finali convenzionali e piatti.
L'autrice ha dimostrato abilità narrativa e molta creatività (che già era evidente nel precedente libro, ma qui è ancora meglio) e il paragone che mi è sorto spontaneo è quello con la Rowling. Intendiamoci... non siamo ancora ai livelli di genialità assoluta di Harry Potter, ma sicuramente questa trilogia è un buon candidato ad affiancarlo sul podio.

Anche questa volta il libro è accompagnato da frasi bellissime, per VERI amanti dei libri e della lettura in generale, qui di seguito una delle tante che mi è rimasta impressa:

"Le storie non finiscono mai con l'ultima pagina..."


E ora, per dare una migliore panoramica, passiamo a esaminare bene le varie parti che compongono il libro:

Cover: La cover non è male, più bella del primo libro, però continuo a preferire quelle originali. Eccole qua:
la prima è quella tedesca, in lingua originale. Carina, non il massimo, ma molto particolare e diversa dal solito. La seconda, quella americana, dà proprio l'impressione di un libro magico, ed è la mia preferita, dato che la peculiarità di questa trilogia è proprio quella di essere un libro in un libro.

Stile di scrittura: Scorrevole e fresco! Adatto sia per i ragazzi che per gli adulti, perché non è assolutamente troppo semplice ed elementare come spesso capita, anzi, è uno stile di scrittura a mio avviso perfetto.

Idee alla base della storia: Molto originali e il loro sviluppo mi ha entusiasmata! L'ambientazione fantasy questa volta mi ha convinta al 100%.

Caratterizzazione dei personaggi: Anche i personaggi mi sono sembrati migliorati e con più spessore rispetto al libro precedente (che comunque era di buonissimo livello). I personaggi sono realistici, credibili, multisfaccettati come a volte neanche nei romanzi per adulti capita.

Editing e traduzione a cura della casa editrice: Tutto bene! Nessun refuso e ottima traduzione.

voto:



Acquisto consigliato? Sì, consigliato a ragazzi e adulti senza distinzione alcuna. Se avete già letto e apprezzato il primo libro, questo non dovete perdervelo, io l'ho trovato di livello superiore, ancora più appassionante e fantasioso.

1 commento:

  1. Concordo in tutto :) non vedo l'ora di leggere il terzo!

    RispondiElimina